Aprile 2011 Archivio articoli

BEPPE GRILLO diretta da Novara
Beppe Grillo a Novara 1 Maggio 2011 Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale



A partire dalle ore 14.30 suoneranno :

Zicky Ricky Novarasta DJ...
JUST b4...
PLACCA...
HIDE MY SONGS...
COMBUTTA...
BANK ROBBERS 2 TONE...

presenterà lo show
FLAVIO PAVIA...


alle ore 17.00
BEPPE GRILLO...

Accesso Libero
Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio
Simbolo Movimento 5 Stelle
CITTADINI

INCONTRANO

CITTADINI


Il "Movimento Cinque Stelle Novara"
sarà presente nei Quartieri
San Martino - Sacro Cuore


MERCOLEDÌ 4 Maggio 2011
alle ore 21.00


presso la sede del Quartiere San Martino
in Via Perazzi 5/e
Novara


per presentare il candidato sindaco
Luca Zacchero e il programma


per incontrare le associazioni sportive e di
volontariato della città di Novara


per ascoltare i problemi e le necessità
dei cittadini di San Martino e del Sacro Cuore


www.novara5stelle.it info@novara5stelle.it
cell. 328/8445855


Campagna elettorare completamente autofinanziata
Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio
Simbolo Movimento 5 Stelle
CITTADINI

INCONTRANO

CITTADINI


Il "Movimento Cinque Stelle Novara"
sarà presente al Quartiere Sud - Porta Mortara


GIOVEDÌ 28 Aprile 2011
alle ore 21.00


presso la sede del Quartiere sud
in Via Monte San Gabriele, 50/c
Novara


per presentare il candidato sindaco
Luca Zacchero
e il programma


(con ampio spazio al tema del teleriscaldamento)

per ascoltare i problemi e le necessità
dei cittadini della Cittadella, Villaggio Dalmazia,
Torrion Quartara, Porta Mortara


www.novara5stelle.it info@novara5stelle.it
cell. 328/8445855


Campagna elettorare completamente autofinanziata
Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio

Qualità dell'aria cattiva a Novara

Questa giunta ha amministrato la città per cinque anni; la precedente, sempre dello stesso colore, altri cinque. Nessuna delle due è riuscita a togliere la cappa di inquinamento che ristagna su Novara (ma non ci risulta che abbiano messo in essere alcun tipo di intervento). Appena le condizioni meteo stabilizzano l'aria, ecco che i valori degli inquinanti salgono oltre al limite fissato per la sicurezza della salute degli abitanti.


Ci scordiamo che la salute dei cittadini è nelle RESPONSABILITA' del primo cittadino: il Sindaco. Negli ultimi cinque anni cosa abbiamo visto? Aumentare le frequenze dei trasporti pubblici? NO. Aumentare le piste ciclabili così da decongestionare il traffico automobilistico? NO, ma molte promesse. Su questo gli amministratori pubblici, NON solo i nostri, sono bravissimi. Promettono, ma quasi mai mantengono.
È apparso, in verità, un tentativo di incentivare le biciclette comunali, poi abbandonate alle intemperie (una tettoia avrebbe forse mandato in rovina le casse comunali? No di certo) e senza vie dedicate alle piste ciclabili se non quelle disegnate sui marciapiedi. Si è lasciata la congestione nel parcheggio delle biciclette attorno alla stazione, indice della necessità del traffico ciclistico.
Gli unici valori in crescita sono stati i picchi degli inquinanti e la quantità di traffico.


Gli assessori alla mobilità che si sono succeduti non sono stati capaci di proporre un piano (dai, diciamocelo, non ci hanno nemmeno provato!!) per la diminuzione sia del traffico, sia degli inquinanti che raggiungono il limite dei trentacinque giorni di superamento stabiliti dai parametri europei per tutelare la salute dei cittadini, nei primi mesi dall'inizio dell'anno solare, anzi, circa NEI PRIMI 35 GIORNI! In questo stato di scarsa sensibilità ai problemi di salute pubblica ed ai disagi che viviamo tutti, abbiamo però ottenuto un primato: la città di Novara si attesta tra le città più inquinate d'Italia.


Ci stupisce il coraggio dei politici novaresi responsabili di questo scempio della salute e della congestione stradale, che si presentano ancora davanti ai cittadini chiedendo fiducia per un nuovo mandato... ma in nome di cosa? Su quali basi cercano di suscitare consenso per occupare ancora le poltrone dopo questi due lustri di inerzia? Su vuote promesse? Cari cittadini, impariamo a non farci fregare con le promesse, soprattutto da chi non le ha mai mantenute.


Nel programma del Movimento 5 Stelle di Novara, sezione mobilità, potete leggere le nostre di soluzioni, messe nero su bianco.

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio
Franzinelli Papa


Ascoltiamo Franzinelli, candidato sindaco per Novara, esprimere la propria posizione in tema di patrimonio artistico. Si parla di Casa bossi e qual è la soluzione? Vendiamola ai privati; testualmente "Con quali soldi si può mantenere la proprietà pubblica?". Per lui l'unica soluzione è la vendita ai privati, con gli opportuni paletti. Da un aspirante sindaco ci saremmo aspettati un po' di più. La soluzione "vendiamo e così si arrangia chi compra" è semplicistica e dimostra solo la volontà di cancellare senza fatica quello che per lui è evidentemente un problema (casa Bossi un problema?) e non una risorsa. Ma noi, cittadini senza padroni, che abbiamo la Cultura come valore esistenziale, che facciamo? Votiamo uno che neppure azzarda una soluzione su una questione annosa come Casa Bossi, anzi, la soluzione è la fuga dal "problema?" ma allora la domanda legittima è, ok, ti ritieni inadeguato a gestire la situazione, per che cosa allora sei adeguato? Va bene il canile o abbassiamo il livello? L'anno scorso la Lega, ha rivendicato maggior potere nelle fondazioni bancarie attraverso la "territorializzazione delle stesse". In parole povere, le fondazioni, che sono giuridicamente un patrimonio di utili di cui la banca autonomamente decide che fare, dovrebbero diventare, per la Lega, la longa manus della politica locale. Ma a Milano, tanto per capire cosa possono fare le fondazioni, la Cariplo finanziò la ristrutturazione del cortile del Filarete del '500 e contribuì così alla tutela dello stesso bene culturale: la strada che stanno percorrendo i leghisti invece va in direzione opposta. Vogliono il potere nelle fondazioni territoriali, ma poi pensano di vendere casa Bossi. Questa contraddizione Franzinelli la deve spiegare, ai novaresi ancor prima che a noi. Infatti sarà ai novaresi che si dovrà rivolgere il portavoce di Giordano e di Cota, per chiedere voti con proposte come queste. Molto meglio, per una città come Novara, che oggettivamente non vanta così tanti beni di interesse storico e artistico, vendere ai privati lo stadio nuovo. Ebbene sì. Dotare la società sportiva Novara Calcio di un impianto di proprietà, come accade nelle migliori situazioni calcistiche europee. La società potrebbe fare un investimento commerciale e di marketing sulla struttura, evitando eventualmente di costruire un impianto nuovo con inevitabile consumo del territorio e in cambio della proprietà del Piola, ristrutturare casa Bossi. Questa sarebbe una soluzione di notevole sensibilità culturale. Ma la Lega notoriamente non brilla da questo punto di vista. Tra l'altro Franzinelli e sodali non si documentano neppure sull'argomento; casa Bossi è un lascito vincolato a restare pubblico. Un cittadino ha liberamente deciso di dare alla collettività un bene di grande rilevanza artistica e che cosa si deciderebbe di fare? Di fregarsene allegramente della volontà di un cittadino benemerito (tanto è morto) e fare ciò che si vuole? E' questa la lega che ascolta le istanze del territorio? Facciamo una bella pernacchia e vediamo se sentono quella!

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio

Nella giornata di sabato 16 aprile 2011, giorno di chiusura della presentazione delle liste in prossimità delle elezioni comunali, il "MoVimento 5 Stelle - Beppegrillo.it" di NoVara ha appreso che è stato effettuato, presso la Segreteria del Comune, da parte di una lista concorrente, il deposito di un simbolo riproducente una dicitura grafica che ritiene possa facilmente confondersi con quello notoriamente usato dal "MoVimento 5 stelle - Beppegrillo.it". Considerato che la legge esprime il diVieto di presentare contrassegni di lista uguali o facilmente confondibili con quelli presentati da altre liste elettorali, affinché sia salVaguardato il duplice scopo di tutelare la libertà di Voto, sia sotto il profilo della formazione del libero conVincimento dello stesso sia della garanzia della correttezza e della lealtà della competizione fra i Vari partiti politici di fronte al corpo elettorale, il MoVimento Cinque Stelle di NoVara stigmatizza con estrema durezza la Volontà di ricorrere a simili espedienti grafici per ricaVare risultati elettorali faVoreVoli, non ottenibili altrimenti. Per questi motiVi, il MoVimento dichiara che si adopererà nelle sedi competenti affinché sia assicurato che il proprio contrassegno elettorale rappresenti la più genuina e palese manifestazione della Volontà espressa dagli elettori sottoscrittori della propria lista.


P.S. Il maldestro tentatiVo di utilizzare in maniera scorretta diciture o elementi ornamentali confondibili con il nostro simbolo, NON È RIUSCITO in quanto la lista concorrente è stata ricusata dalla Commissione elettorale.

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio



Attenzione al simbolo quando votate. Le Liste civetta sono in agguato alle elezioni comunali di Novara 2011

Ce l'abbiamo fatta anche stavolta! Con grande impegno dei candidati e dei simpatizzanti siamo riusciti a depositare la nostra lista per PRIMI in Comune.

Questo ci garantisce due opportunità: qualora vi fossero firme doppie apposte da qualche sottoscrittore "distratto", le nostre sarebbero conteggiate per prime e annullate quelle di altre liste. Il secondo vantaggio è che il nostro simbolo non dovrà essere modificato! Sì, perché qualche personaggio che abita nel sottobosco della politica ha cercato di ingannare gli elettori presentando una lista che si appropria del cognome di Grillo! Le cosiddette liste civetta!

Liste messe in piedi all'ultimo minuto, le quali, riproducendo nel simbolo qualche elemento noto, si presentano per raccattare il voto presso gli elettori più ingenui e sprovveduti.

Ovviamente noi MoVimento 5 Stelle non abbiamo nulla da spartire con questi prestigiatori della buona fede!

La loro meschina "canagliata" serve solo per dimostrare quanto in basso sia caduta la politica in Italia. Questi taroccatori sanno preparare un cocktail veramente originale: un bicchiere di cialtroneria, una dose di furbizia, due gocce di facciatosta e il cocktail è pronto. Da completare con una scorza di aspre polemiche. Da questi professori dell'inganno... o meglio da questi giullari della gonzo-politica prendiamo le distanze. Siamo certi che anche i nostri elettori sappiano fare altrettanto!

Formigoni e le firme false per le Regionali 2010 in Lombardia
Un esempio di lista che vince con la presentazione di firme false è quella di Formigoni alle Regionali di Milano

Tribuna Novarese del 15 Aprile 2011

Ricevuta presentazione Lista Civica Movimento 5 Stelle per le Elezioni Comunali 2011Ricevuta presentazione della Lista Movimento 5 Stelle
per partecipare alle Elezioni Comunali di Novara 2011



La Stampa del 16 Aprile 2011 pagina 55
Visita la rassegna stampa nella sezione Cosa dicono di noi.

18 Aprile 2011 Tribuna Novarese Pagina 2.
Visita la rassegna stampa nella sezione Cosa dicono di noi.
Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio
  • Serve un sindaco,
    capace di prendere decisioni sulla base degli interessi di tutti e non della fantomatica "gente", di cui la Lega si riempie sempre la bocca. Frasi che non vogliono dire nulla tipo "dalla gente per la gente", "dalla parte del popolo"(bue?) rivelano solamente un vuoto politico. Dobbiamo rompere rispetto ad un'amministrazione davvero vecchia, come idee, e persone. Chi è Franzinelli? Un burocrate di partito, il funzionario senza estro né genio di Cota, il segretario provinciale della Lega novarese, debole al punto da aver bisogno persino sui manifesti elettorali, dei tutores Cota e Giordano. Sembra il classico vaso di coccio tra due giganti? Macchè, vaso di coccio sicuramente, quanto ai giganti, politicamente parlando abbiamo visto solo nani da troppi anni ormai. Il nano più nano di tutti ci governa quasi ininterrottamente da venti anni e Cota tra un baciamano a Bagnasco e l'altro, ci va a braccetto. Alla presentazione della candidatura del Franzinelli hanno evocato la scontata metafora calcistica del gioco di squadra, e lui ha concluso dicendo che gli sembrava di essere al Novara Calcio tanto era l'entusiasmo. Ma basta col paragonare la politica al calcio, mica siamo deficienti! Lì non c'è nessuna squadra di calcio, visto che questa è composta da 11 persone e ciascuno ha il suo ruolo. Non c'è partita, al limite giocano a ping pong due solamente, Franzinelli racchetta la palla e gli altri stanno seduti a guardare.

  • La città non è il partito.
    La scelta di Franzinelli, invece, la dice lunga sulle dinamiche che muovono i veri portatori di interesse di questa città. Pensano a Novara come la longa manus del partito. Per questo bisogna dire:"No, arrivederci e grazie, è stato bello (?), ma adesso veramente, arrivederci e grazie come sullo scontrino della spesa, abbiamo già dato e già pagato.

  • Quanto a Ballarè,
    perché è ancora più politicamente insulso di Franzinelli ed è un revisore dei conti del Comune, e proprio per questo è già sospetto di per sé. Franzinelli ha attualmente la delega al personale, quindi come può fargli una vera opposizione?

Ergo bisogna votare una persona sganciata da logiche di partito che non siamo in grado di controllare, e appurato che si tratti di persona pulita e integra, votare il programma che tratti gli interessi di tutti in concreto, come la rimozione dell'amianto, la tutela dell'acqua come bene pubblico e votarlo a patto che sia..."pericoloso per la casta". Anche se la tentazione di non andare a votare e fregarsene di questi tempi è davvero grande, anzi amplificata, per la crisi economico-sociale e politica generale in cui versa il Paese e la stessa Novara, che certamente non è un'isola felice. Ma dobbiamo fare ancora uno sforzo, quello di credere che sia possibile una sana amministrazione, dopo anni di grigia routine!

Mariangela Mancuso
(una semplice cittadina novarese)

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio


Ai cittadini viene fatto pagare fino all'ultimo centesimo il ticket sulle prestazioni sanitarie, mentre gli onorevoli e ai loro familiari (1109 soggetti) godono di un'assistenza sanitaria privata pagata dalla Camera, cioè da noi.

Nel 2010, i contribuenti hanno speso ben 10.117.000 (diecimilionicentodiciassettemila) euro per mantenere in salute i deputati e i loro familiari, cioè (9123€ a testa). Tre milioni e 92.000 euro per spese odontoiatriche 2788€ a testa e ci può stare), oltre tre milioni per ricoveri e interventi in cliniche private, quasi un milione di euro (976.000) per fisioterapia. Settecentomila per visite varie; 488.000 euro per occhiali (440€ a testa, ma che sono, tutti con occhiali?) e poco più di 250.000 per sedute di psichiatria e di psicologia. Proprio per sfruttare la generosità del popolo hanno chiesto indietro ben 153.000 euro di ticket pagato. Alcune spese sanitarie sono segrete... come gli interventi di chirurgia plastica, balneoterapia, massaggio sportivo... Se conosciamo queste spese lo dobbiamo ad alcuni deputati radicali che hanno chiesto i dati ai questori della Camera. Due domande sono d'obbligo: non sono un po' troppi quasi 10000€ di spese sanitarie cadauno? Ma non sei stufo di pagare per questi privilegiati?

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio


Allora è vero; dev'essere genetico. I politici italiani non riescono a non prendere per il culo noi cittadini. Non ce la fanno proprio, gli viene naturale. Accanto a questo vi è un'ignoranza dei più elementari concetti matematici.

Abbiamo qua un sondaggio denominato Novara Political Screen, condotto tra il 15 ed il 18 marzo 2011, commissionato dal comitato elettorale Andrea Ballarè e pubblicato il 6 aprile 2011.

Il metodo seguito è quello dell'intervista telefonica nella quale viene letto all'intervistato un testo (sempre lo stesso) e le risposte inserite via computer (C.A.T.I. è l'acronimo che individua la procedura).

Il campione intervistato viene dichiarato come "rappresentativo" della realtà novarese, anche se non viene mai riferito come si arrivi a comporre tale campione, dalla società che ha effettuato la rilevazione. Diciamo pure che il campione sia rappresentativo, perché il punto della questione non sono i numeri in loro, ma che cosa si cerca di far loro dire.

Un esempio: dire che un partito politico XXX ha il voto del 10% degli italiani (aventi diritto al voto), è diverso dal dire che il predetto partito ha il voto del 10% degli italiani che hanno effettivamente votato. Nel 2008, alle politiche, gli aventi diritto erano 47.295.000; l'affluenza è stata dell' 80,5% (la fonte è il ministero dell'interno), dunque

nel primo caso, il 10% di 47.295.000 è 4.729.500 nel secondo caso, è 3.807.248

Ci sono 900.000 persone di differenza, se vi paion poche... Ecco; alla fine del sondaggio del nostro Ballarè, compaiono le seguenti cifre: cittadini contattati: 3122

hanno risposto: 700 pari al 22,4% del totale.

non hanno risposto: 2422 pari al 77,6% del totale

di quelli che hanno risposto, il 40,6% (284 persone) è indeciso, dunque i decisi sono il 59,4% (416 persone), ai quali sottrarre:
1) Il 5,4% (38 persone), che non voterà
2) 0,3% (2 persone), che farà scheda bianca
3) Il 9,3% (65 persone) di quelli che hanno risposto, cioè hanno parlato con l'operatore, che hanno detto che non dicono per chi voteranno.


Così i "decisi che esprimeranno una preferenza" sono rimasti il 44,4% (311 persone). Il 44,4% del 22,4% è (moltiplicare i due numeri precedenti e dividere per 100) il 9,95%, dunque la lettura corretta del sondaggio è che il 9,95% (manco al 10% si arriva...) del campione degli interpellati, cioè 311 persone, che è ben lontano dalla maggioranza del campione, si è diviso tra NOVE candidati. Come esemplificazione, il "più preferito" ha il 21,4% dei consensi...ma di quali? Il 21,4% del...9,95%, cioè il 2,13% del totale del campione, cioè 3122 interpellati, il candidato preferito ha raggranellato 66 consensi. . Ecco la verità del sondaggio. Nessun'altra (e ve lo dice un dottore di ricerca in Matematica, anche se basta molto meno per capire la presa per il culo).

Risultato: tanti numeri per dirci che il sondaggio fatto non rappresenta proprio nessuno a causa del numero ridicolo di persone che hanno espresso un'opinione! Quindi è un modo per inventarsi una notizia FALSA, ossia che tizio è in vantaggio rispetto a caio. Ma questi fantomatici politici credono realmente che un cittadino li voti solo perchè loro dicono che le persone li voteranno? Bah contenti loro... Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio
Sabato 2 Aprile 2011, Raccolta Firme per le Elezioni Comunali 2011 - Foto 1 Sabato 2 Aprile 2011, Raccolta Firme per le Elezioni Comunali 2011 - Foto 2 Sabato 2 Aprile 2011, Raccolta Firme per le Elezioni Comunali 2011- Foto 3 Sabato 2 Aprile 2011, Raccolta Firme per le Elezioni Comunali 2011 - Foto 4


La raccolta firme procede bene, anche questo fine settimana abbiamo raccolto centinaia di firme, ma ci serve ancora un piccolo sforzo da parte di tutti per raggiungere l'obiettivo prefissato che va oltre il minimo richiesto per legge. Ad ogni modo contiamo di raggiungere il traguardo il prossimo sabato.

Ringraziamo tutti coloro hanno partecipato e contribuito in questi giorni, ed invitiamo chi ancora non l'ha fatto a partecipare. La raccolta firme è anche un'occasione per incontraci di persona e discutere sul programma.
Nel calendario troverete i prossimi appuntamenti presso i quali si effettueranno le raccolte firme.

Vorrei anche menzionare l'incontro con il nostro consigliere regionale Davide Bono, che sabato 26 marzo ha tenuto un'interessante dibattito sulla proposta di ridurre gli stipendi dei consiglieri Regionali (attestati mediamente intorno ai 12.000 euro) ed i costi della politica in generale. Proposta bocciata dal consiglio regionale, ed attualmente mutata in petizione. Ricordo che il MoVimento quest'anno ha rinunciato a 132 mila euro di rimborsi elettorali e che lo farà per altri quatto anni. Inoltre Bono ha spiegato che gli attuali due consiglieri regionali si sono autoridotti lo stipendio a 2.500 euro devolvendo la restante parte a finanziare progetti sul territorio. Progetti che abbiamo potuto vedere realizzarsi proprio nella stessa giornata di sabato, quando Bono insieme al candidato sindaco Zacchero ha consegnato un kit di speciali pannolini ecologici lavabili ad una futura mamma di Bellinzago.

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio


Il MoVimento 5 Stelle di Novara, nell'ambito della propria campagna elettorale completamente autofinanziata, lancia la prima tappa dell'iniziativa: "Cittadini incontrano i cittadini". Obiettivo dichiarato: conoscere e farsi conoscere: per comprendere più da vicino i problemi dei cittadini e per far sapere a più gente possibile che il MoVimento 5 Stelle di Novara "c'è", è vivace ed è pronto ad entrare efficacemente nella vita politica comunale.

Appuntamento quindi Venerdì 8 aprile 2011 a Lumellogno presso la biblioteca decentrata di piazza martiri 1 alle ore 21 per ascoltare problemi e necessità dei cittadini di Lumellogno, Gionzana, Pagliate, Casalgiate e naturalmente tutte le loro osservazioni e suggerimenti. Durante la serata sarà presente il candidato sindaco del MoVimento Luca Zacchero e verrà presentata una rapida sintesi del programma. Data la particolare sensibilità mostrata dai cittadini della zona sarà dato ampio spazio ai temi della mobilità e del teleriscaldamento.

Il MoVimento 5 Stelle di Novara

Segnala questo articolo ad un amico via email Twitter PDF Technorati Wikio

LA COSA: webTV del M5S

Interrogazioni e Mozioni

Cerca

Eventi

Sostienici con una donazione

La politica sta cambiando!
Anche grazie al tuo contributo economico!

Ogni singolo contributo, ci permette di rimanere trasparenti, non ricattabili da nessun gruppo di potere.
Ringraziamo tutti quelli che hanno contribuito.
 Grazie!

Seguici!

SCARICA e DIFFONDI il pieghevole
M5S DI NOVARA:

SCARICA e DIFFONDI l'APP
PARLAMENTO 5 STELLE:

Clicca sul logo GooglePlay per Android e AppleStore per iPhone per installarla. Ora la trasparenza e l'informazione è sempre con te in tempo reale.


M5S Parlamento app per android ed iphone Android GooglePlay iPhone AppleStore
SCARICA e DIFFONDI il pieghevole
PARLAMENTO 5 STELLE:




Visualizza Gruppi Locali in una mappa di dimensioni maggiori


La nostra pagina appena creata su facebook:


Created by: Twitter for Web
Segnala cosa non va a Novara:
Scaricalo per Android o per iPhone.

I nostri video su Vimeo:

Situazione Aria su Novara - loading

Polveri sottili (PM10)
0 25 35 50 100 µg/m3
Situazione PM10 su Novara
Biossido di azoto (NO2)
0 25 35 50 100 µg/m3
Situazione Biossido di azoto su Novara

Ozono (O3)
0 25 35 50 100 µg/m3
Situazione Ozono su Novara

News dal Parlamento Italiano

  Facebook YouTube
Camera dei Deputati
Senato

MAPPA PERMESSI DI RICERCA IDROCARBURI


Visualizza MAPPA PERMESSI DI RICERCA IDROCARBURI in una mappa di dimensioni maggiori

Le iniziative che stiamo seguendo

Il movimento 5 Stelle di Novara promuove la diffusione del software libero nella Pubblica Amministrazione. Aiutaci ed

Attivati!