Quattro impresentabili

Condividi:

Nell’ineffabile Renzi- bis o Governo Fotocopia figurano quattro improbabili ministri. Si tratta dell’ ex- ministro della riforma costituzionale, riforma bocciata a furor di popolo il 4 dicembre u.s.

Eppure questo ministro è ancora nel Governo a sfidare il voto popolare. Poi c’è l’ex-ministro del lavoro, famoso nel recente passato per avere affermato pubblicamente, lui che laureato non è, che la laurea in Italia non serve a niente. Ora, recidivo, afferma di essere contento che si tolgano dai piedi i ricercatori italiani costretti ad emigrare all’estero per potere lavorare. Sulla stessa linea si pone il nuovo ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Un ministro che non ha mai conseguito nessun dottorato di ricerca, e quindi è assai improbabile che sappia che cosa sia la ricerca. Di più, questo ministro ha visto sì l’Università, ma col binocolo, non essendoci mai stata, perché non ha mai conseguito una laurea. Infine Miss Fertility, ministro della salute, la quale ha aggiunto ai giovani italiani, già gravati in precedenza da altri ministri degli appellativi di bamboccioni e choosy (schizzinosi), la qualifica di rammolliti, che non sanno come comportarsi a letto.

Con ciò Miss Fertility ha dimostrato di soffrire di un singolare strabismo nell’individuare le cause del problema. Ebbene, i cittadini italiani hanno il diritto di pretendere dai loro ministri, come anche dagli assessori comunali e regionali e dai funzionari pubblici, la competenza necessaria a svolgere al meglio le loro funzioni pubbliche. Questo fa parte del patto sociale, in base al quale i cittadini pagano le tasse!

Condividi: