Baratto amministrativo: eppur si muove!

Condividi:

A distanza di oltre un anno (era il 1° febbraio 2016) dall’unanime approvazione della mozione del M5S che chiedeva la convocazione di una commissione per la stesura di un regolamento sul baratto amministrativo e visto che né il precedente Sindaco, né il Sindaco attualmente in carica sembrano essere interessati alla questione, altrimenti avrebbero incaricato l’assessore di riferimento di preparare una bozza del regolamento attuativo, ieri su nostra iniziativa e insieme ad altri due gruppi consiliari, abbiamo dovuto chiedere formalmente la convocazione della commissione per far muovere le cose.

Il gruppo consiliare Movimento 5 stelle ha richiesto la convocazione congiunta della I e della VI Commissione per affrontare il tema del Baratto amministrativo, inserito nel DUP 2017-2019 a seguito dell’approvazione di un emendamento a riguardo.

Cos’è il baratto amministrativo?

In pratica si tratta di scambiare manodopera con tributi da pagare.

Un patto tra amministrazione e cittadino che consenta, a chi è impossibilitato a pagare perché disoccupato, di saldare i debiti verso il proprio comune effettuando lavori socialmente utili, ad esempio piccoli interventi sul verde pubblico ed il decoro urbano.
Abbiamo presentato una richiesta per convocare la commissione con lo scopo di redigere un apposito regolamento nel più breve tempo possibile, affinché i cittadini in stato di indigenza possano adempiere ai propri doveri di contribuenti con un impegno concreto sul territorio. Siamo certi che il Comune ne otterrebbe un doppio vantaggio: i contribuenti in difficoltà potrebbero assolvere ai propri doveri ed il Comune usufruirebbe di questa forza lavoro in un periodo in cui scarseggiano risorse ed i tagli nella gestione amministrativa rendono difficile affrontare alcune attività.
Il Baratto amministrativo è un’opportunità valida anche al fine della valorizzazione della persona, perché consente ai cittadini senza lavoro o in difficoltà economica, di svolgere attività per la propria città e di sentirsi utili; tali attività sarebbero anche uno stimolo a diffondere senso civico e di appartenenza. Il Baratto amministrativo è una grande opportunità che un Comune non può negare ai propri cittadini.

Vista l’importanza e l’attualità del tema, ci aspettiamo celerità nella convocazione della commissione e la massima serietà da parte di tutte le forze politiche nell’affrontare i lavori!

 

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle
Cristina Macarro
Paola Vigotti
Mario Iacopino

Condividi: