Gli F35 a Cameri e le promesse dei Sindaci e dei parlamentari locali

Condividi:

 

Vi ricordate delle favole che sindaci e parlamentari locali ci hanno raccontato per anni riguardo al comparto lavorativo integrato negli anni al progetto Joint Strike Fighters (F35), e in particolare all’insediamento della linea Mrou (maintenance, repair, overhaul & upgrade, ovvero manutenzione, riparazione, revisione e aggiornamento) a Cameri (NO)?

Partendo dai vaneggiamenti dell’ex Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota (Lega Nord) che nel 2011 annunciava 10.000 (!!!) nuovi posti di lavoro (https://goo.gl/84lNSx) fino ad arrivare al Deputato Gaetano Nastri (Fratelli d’Italia) che non più tardi di 3 anni fa esultava per mezzo stampa per l’esclusiva proprio del reparto manutenzione e riparazione a Cameri (https://goo.gl/MTddPA).

Bugie, esagerazioni e promesse disattese si sono susseguite negli anni. Ora basta.

Durante l’audizione di ieri dell’A.D. di Leonardo – Finmeccanica, Mauro Moretti, ho chiesto (senza risposta) quali siano i reali numeri dei lavoratori impegnati nello stabilimento di Cameri, quante siano state le reali assunzioni e quanti invece gli spostamenti da altre sedi Leonardo e infine ho richiesto un commento riguardo all’indiscrezione del 7 novembre 2016 secondo cui il Pentagono avrebbe deciso l’assegnazione di lavori extra strutture sul progetto JSF-F35 in Olanda, Gran Bretagna e Australia, oltre che la parte motore in Turchia.

Se tali informazioni corrispondessero al vero, Cameri perderebbe quindi l’esclusiva su manutenzione e riparazione tanto sbandierata da Nastri e Co. Inutile dire che Moretti ha confermato tale indiscrezione.

Quali saranno le ricadute su Cameri? Al momento non è dato saperlo….

Condividi: