CAMPO TAV – dignità per gli occupanti

Condividi:

L’esposizione mediatica dei risultati dell’azione di svuotamento dei magazzini dellex campo TAV perpetrata dall’amministrazione è un evidente ulteriore attacco alla dignità di tutti gli occupanti del campo.  Buttare in pasto ai social network le immagini e i video di quest’attività ha il solo scopo di giustificare ciò che è stato fatto.

Come mai nessuno ha spiegato:

  • che per svuotare questi magazzini sono stati dati solo 20 giorni?
  • che gente che vive in 15 metri quadri può tenere con sé solo gli oggetti di quotidiana necessità?
  • che agli occupanti è stato detto che quello che non serviva poteva essere lasciato in loco?
  • che alcuni occupanti sono stati costretti a regalare i pochi oggetti che avevano salvato dalla loro vecchia vita?

 

Come mai nessuno si è concentrato sulle foto dei libri di scuola e dei giochi dei bambini?

Questo sensazionalismo gratuito danneggia tutte quelle persone oneste che si trovano in una situazione difficile e che non potrà che peggiorare se questa è l’attenzione che viene loro rivolta dall’amministrazione della nostra città. Gettare ombre su tutti gli abitanti dell’ex campo TAV, è ingiusto e discriminatorio e non potrà che aggravare la situazione di queste famiglie. Chi mai potrà, dopo tutto questo, affittare loro una casa? dare loro un lavoro?  Se, come ipotizzato dal sindaco e dall’assessore Paganini, la presenza di alcuni oggetti rinvenuti nei depositi fa supporre attività illecite, si proceda alla denuncia e alle indagini del caso per consentire di trovare e perseguire i responsabili.

Siamo profondamente amareggiati dal comportamento di unamministrazione che dovrebbe tutelare i propri cittadini e che, invece, giustifica la sua azione sulla pelle di persone deboli e che non si possono difendere. Non è questione di colore ed etnia perché, caro il nostro sindaco, al campo TAV ci sono anche italiani che sperano un giorno di poter tornare a vivere una vita normale dopo questo incubo.

Il Movimento 5 Stelle di Novara chiede, pertanto, che l’amministrazione ritratti le dichiarazioni rese in questi giorni, ridimensionandone la portata e sporga eventuali denunce, se necessarie, a tutela dei cittadini di Novara.

 

Gruppo consiliare M5S Novara

Condividi: