Orti sociali comunali: risorsa per tutti

Condividi:

 

Novara ha, fra i suoi motivi di orgoglio, la straordinaria vocazione verso la coltivazione urbana di orti. Purtroppo esistono molte zone di verde pubblico in stato di non utilizzo che comportano al comune pesanti spese di manutenzione, anche per sopperire al degrado e alla sporcizia di cui divengono ricettacolo.

Ricordando che il verde influisce decisamente sull’indice della qualità di vita individuale e collettiva, la piantumazione di alberi da frutto in città può essere un modo per produrre cibo da distribuire nelle mense o alle famiglie disagiate, oltre che un incentivo alla ripresa di un reale contatto con la terra e i prodotti naturali che i cittadini hanno desiderio di recuperare e che sarebbe importante poter introdurre nelle vite delle giovani generazioni.

Per tutti questi motivi, i consiglieri comunali del M5S propongono la realizzazione di orti sociali che richiederebbero un limitato investimento di risorse ma con ricadute positive che ripagherebbero ampiamente.

Quest’iniziativa avrebbe valenza:

 

  • sociale, per occasione d’incontro e scambio fra diverse generazioni;
  • didattica, per il “passaggio di testimone” del sapere legato alla nostra terra e che verrebbe

altrimenti perso;

  • ambientale, per la costituzione di un efficace sistema di manutenzione e valorizzazione di

aree che altrimenti rischierebbero di restare abbandonate;

  • economica, ipotizzando l’assegnazione degli appezzamenti di terra in base anche ad un

criterio indirizzato a favorire i cittadini in difficoltà economica.

 

Si ricorda che con il termine “orto sociale comunale”, si intende, un appezzamento di terra destinato alla produzione di ortaggi e piccoli frutti senza fini commerciali.

I consiglieri comunali del M5S impegnano il sindaco e la giunta all’adozione di questa iniziativa, cominciando con il censimento dei terreni eventualmente disponibili all’uso e alla redazione di un regolamento per il bando di assegnazione. Bando che possa preferibilmente dare priorità a soggetti svantaggiati o associazioni pedagogiche e di anziani, in modo da valorizzare la biodiversità del nostro territorio, la produzione a km 0 e il contatto con la natura attraverso gli insegnamenti della vita rurale, coinvolgendo anche le istituzioni scolastiche e favorendo la trasmissione del nostro know-how agricolo.

 

Gruppo consiliare M5S Novara

Condividi: