SMOG, M5S Piemonte: “In commissione ambiente il PD rinvia la mozione M5S su riduzione PM10. Contemporaneamente l’Europa annuncia sanzioni per l’Italia”

Condividi:

Mentre in commissione ambiente il PD rinvia la nostra mozione sulla riduzione del PM10 la commissione Europea ha inviato un “parere motivato”, cioè il secondo stadio della procedura d’infrazione comunitaria, un ultimo avviso prima di una procedura d’infrazione. E ora il rischio concreto è che ne pagheranno le conseguenze i cittadini: sia sulla salute che sul portafogli.

La mozione a prima firma Bono chiede di modificare il semaforo regionale sullo smog in modo che possa prevenire le emergenze e non essere solo una misura vessatoria e intempestiva.

Le richieste del M5S sono sempre le stesse: superare la logica emergenziale e creare misure strutturali a livello regionale e padano, altamente condivise e vincolanti.

Più volte abbiamo chiesto urgenti investimenti sul trasporto pubblico, che tuttora lascia alquanto a desiderare. Anche perché oltre alla salute dei cittadini, l’Italia sarà presto multata dall’Unione Europea per non aver intrapreso alcuna misura efficace per la riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Chiediamo alla Regione di fare quel che deve e che è ovvio fare, ma la maggioranza PD frena l’assessore Valmaggia. Evidentemente il consenso vale più della salute; logica miope con cui sono stati affrontati i problemi ambientali negli ultimi decenni. E ora ne paghiamo letteralmente le conseguenze.

 

Gruppo Consigliare Movimento 5 Stelle Piemonte

Condividi: