#5giornia5stelle 125° puntata, 9 giugno 2017

Condividi:

5giornia5stelle questa settimana non poteva che partire dalla bagarre nell’aula di Montecitorio sulla legge elettorale dove la maggioranza è caduta sotto i colpi dei suoi stessi franchi tiratori. Nonostante gli attacchi rivolti al MoVimento 5 Stelle è stata palese a tutti la fragilità del Partito Democratico in questo momento delicato in cui si scelgono le regole della democrazia.

La notizia fresca di giornata è quella della nomina di Orfeo a direttore della Rai. Una sorta di “premio” visti i “buoni” risultati in termini di assenza di pluralismo dell’informazione e di “Renzismo”. Lasciamo all’ironia del presidente della commissione di vigilanza Rai, Roberto Fico, il commento della notizia.
A proposito di informazione e di fake news, da Bruxelles Marco Zullo ci resoconta l’esito di un convegno organizzato dal gruppo EFDD, mentre, poco dopo, sempre dalla capitale belga Laura Ferrara annunciare un voto sulla piattaforma Rousseau sui temi della salvaguardia ambientale e delle pene per chi inquina.

Spazio anche ad Alice Salvatore, Andrea Melis e Fabio Tosi per il restituition day dei regionali liguri ed a un esposto, firmato da tutti gli eletti campani e consegnato da Vilma Moronese e Roberto Fico alla sede della corte dei conti di Napoli, sul danno economico derivato dalla mancata realizzazione di impianti di compostaggio in Campania.

Anche per questa edizione è tutto, buon fine settimana a tutti.

A venerdì prossimo.

 

Condividi: