#NOVARA O #LASVEGAS?

Condividi:

In occasione dell’ultimo Consiglio Comunale il M5S di Novara ha presentato una mozione urgente riguardante un fenomeno purtroppo in continua crescita: il gioco d’azzardo e la ludopatia.
Urgenza motivata dai dati allarmanti che abbiamo ricevuto dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: i numeri ufficiali del gioco d’azzardo nella nostra città evidenziano come, nel 2015, la spesa media annua nel solo Comune di Novara è stata di ben 1143,27 Euro per abitante, superiore quindi alla media piemontese che è di 1014 euro. È un dato statististico e va da sé che, tolti i bambini e chi non gioca, questa cifra diventa ancora più spaventosa: i Novaresi hanno speso nel 2015 quasi 120 milioni di Euro!!!
Il Sindaco Canelli ha recentemente firmato un’ordinanza sugli orari di funzionamento delle Slot e Vlt che permette l’accensione degli apparecchi 14 ore da domenica a giovedì e 15 ore al giorno venerdì sabato e prefestivi, nei limiti di una legge Regionale ancora carente e inadeguata per arginare il dramma sociale della malattia da gioco d’azzardo.
Alla luce dei dati da noi visionati e citati, ripetiamo cifre mostruosamente preoccupanti, riteniamo che la strada da percorrere sia quella tracciata da altri Comuni, come ad esempio Torino che hanno ridotto del 47% l’orario di accesso alle Slots rispetto a Novara.
Abbiamo chiesto con urgenza di adottare gli orari dei comuni più virtuosi, nello specifico dalle 14:00 alle 18:00 e dalle 20:00 alle 24:00, di avviare una campagna informativa
permanente per sensibilizzare i cittadini sul dramma della ludopatia, di incentivare economicamente i locali virtuosi che rinunceranno alle Slot e di convocare associazioni del settore e relative commissioni consiliari per discutere su come arginare la malattia da gioco d’azzardo a Novara.
La Maggioranza ha bocciato l’urgenza. Questa indifferenza si somma a quella che ha dimostrato nei confronti di altre urgenze che in passato abbiamo portato in Consiglio comunale: l’acqua al gasolio del Nido Girotondo, le trivelle in arrivo a Carpignano, 64 abitazioni da anni prive d’acqua perché hanno subito il distacco per morosità.
Sindaco Canellil Lei dovrebbe sapere che il futuro della nostra città non è una banconota qualsiasi da introdurre dentro una slot machine. Ricordiamo inoltre che Roberto Cota, ex Governatore del Piemonte e fino allo scorso anno segretario regionale di Lega Nord, in veste di avvocato assiste le società che gestiscono le sale giochi a Novara nel ricorso al Tar contro le ordinanze restrittive sugli orari, appunto.
Novara ha già duramente pagato in termini occupazionali la devastante diffusione del gioco quando, è il caso di ricordarlo, una delle nostre storiche realta’ economiche ha abbandonato il settore editoriale per investire in quello delle scommesse e del lotto.

Condividi: