PARCO DELLA SALUTE DI TORINO, BONO (M5S): “La giunta procede sulla nuova città della salute, tacendo sul piano di rientro dell’azienda. In arrivo pesanti tagli”.

Condividi:

Prosegue l’iter del faraonico progetto Parco della Salute di Torino ma sulla grave situazione finanziaria dell’Azienda Città della Salute la Giunta continua a tacere. Da mesi aspettiamo un’informativa in Commissione sanità sullo stato del piano di rientro dell’Azienda (già cambiato due volte) con relative voci di riduzione della spesa che dovrebbero colpire ancora una volta personale e servizi. In queste condizioni precarie, in cui i conti continuano a non tornare, ci domandiamo con quale coraggio Chiamparino e la sua Giunta intendano avviare un ulteriore indebitamento coi privati a 30 anni della principale azienda sanitaria regionale. Col rischio di dovere un giorno svendere pezzi di sanità pubblica per pagare il canone annuale.

In tutta questa vicenda a guadagnarci ancora una volta saranno solo privati e banche. Perché non usare solamente soldi pubblici forniti dallo Stato e realizzare un progetto in più step?

Senza parlare di cosa succederà all’enorme area delle attuali Molinette che, senza un credibile piano di rilancio, finirà per essere abbandonata al degrado.

Ancora una volta Chiamparino lascerà una patata bollente a chi sarà chiamato ad amministrare dopo di lui.

 

Davide Bono, Consigliere regionale M5S Piemonte
Vicepresidente Commissione regionale Sanità

Condividi: