OLEGGIO E IL RADDOPPIO DEI BINARI CHE RISCHIA DI DIVENTARE UN PROBLEMA INVECE CHE UN’OPPORTUNITÀ

Condividi:

di Davide Crippa

 

«Secondo il progetto – spiega il deputato Davide Crippa – l’area verrà interessata da raddoppio dei binari e conseguenti espropri lungo tutto il tratto Novara-Oleggio. I comuni dovranno adeguare i loro piani regolatori, visto che cambieranno le fasce di rispetto dall’infrastruttura ferroviaria. Questo quanto dicono i documenti, una versione ben diversa da quella fornita a mezzo stampa dall’amministrazione oleggese, che ha tacciato Ia minoranza di fare inutile allarmismo. Non si tratta di allarmismo, ma semplicemente di informare i cittadini su quello che accadrà loro. Il Comune non è stato formalmente contattato per un parere iniziale semplicemente perché lo faranno a progettazione definita».

Il vicesindaco di Oleggio, Andrea Baldassini ha smentito categoricamente il possibile raddoppio della ferrovia di Oleggio (per un investimento di oltre 400 milioni di euro), che quindi esclude del tutto l’investimento. Non è di questa opinione il MoVimento 5 stelle locale, come spiega il consigliere comunale Stefano Riva: «Il progetto del raddoppio delle linee risale a vecchi progetti del 2003-2004 della cosiddetta Legge Obbiettivo, e fu approvato con alcune modifiche sostanziali. L’opera non fu eseguita solo perché non fu mai coperta da un punto di vista finanziario, ed inoltre oggi sono cambiate anche alcune esigenze progettuali, tali che il progetto 2004 venisse accantonato, ma non cancellato. Oggi nel contratto di programma RFI del quinquennio 2017-2021 troviamo un finanziamento di 250 milioni di euro per il tratto Novara-Oleggio e di 160 mln euro, che certamente saranno meno, per il tratto Oleggio Arona. Il progetto definitivo verrà probabilmente redatto entro i primi mesi del 2018 e l’opera sarà completata e funzionante dal 2026».

Oleggio si trova allo snodo di 2 direttrici importanti: una va verso Sesto Calende e può quindi seguire la rotta transportistica del Gottardo, passando da Luino e scegliendo se andare verso Milano o verso Novara andando quindi verso i grandi porti

 

Condividi: