Chiamparino fa autogoal. M5S aveva chiesto di agire prima che la situazione sfuggisse di mano

Condividi:

In quindici giorni le valli del Piemonte sono andate in fumo. Mille e trecento ettari di territorio in fiamme, popolazioni evacuate, un morto e alcuni intossicati. Bilancio provvisorio ma drammatico. Eppure fino ad una settimana Valmaggia rispondeva ad una richiesta di comunicazione da parte del capogruppo M5S Frediani sugli incendi con pressapochismo mentre Chiamparino riusciva a sminuire una situazione così drammatica sostenendo addirittura che “non ci sono stati danni alle persone e alle cose”. A contraddirlo c’è un territorio devastato e una giovane vittima di Cantalupa

La verità è che Chiamparino, con il suo “esageruma nen”, ha dimostrato la pochezza di un “brand” che di fronte alle emergenze perde completamente di credibilità.

Chiede serietà ma è il primo a minimizzare e sminuire. Chiede di non “fare gli allenatori” ma fa autogoal: le montagne bruciavano da domenica.

La catastrofe ora è un caso nazionale: i media hanno finalmente dirottato lo sguardo verso nord ovest. Ma fino a pochi giorni fa, mentre il fuoco divorava centinaia di ettari di foreste, sulla nostra regione regnava il più assoluto silenzio: media e istituzioni per troppo tempo non hanno prestato la giusta attenzione alla situazione che stava drammaticamente evolvendo. La presunzione, alimentata da una scarsa consapevolezza della gravità, ha poi fatto il resto.

E sosteniamo questa posizione con cognizione di causa, senza alcuna volontà di strumentalizzare una situazione così delicata, perché solo una settimana fa il Movimento 5 Stelle Piemonte chiedeva in Consiglio regionale in modo esplicito comunicazioni sull’emergenza incendi, suscitando un certo fastidio in aula e provocando una reazione seccata da parte del presidente del PD Gariglio.

Secondo gli uomini di Chiamparino infatti la situazione incendi in Val di Susa ed altre vallate del Piemonte era ampiamente sotto controllo con la disponibilità piena di mezzi e uomini.

Domani chiederemo nuovamente conto in Consiglio delle sue azioni e dei progetti di intervento sul territorio.

 

 

Gruppo Consiliare M5S Piemonte

 

Condividi: