CAMERI, F35, programma Milnoise sull’inquinamento acustico: la regione si attiva dopo la nostra interrogazione

Condividi:

Inquinamento acustico F35, la Regione intervenga

Mentre nei territori piemontesi colpiti da incendi mancano canadair per spegnere i roghi, a Cameri (NO) continuano a sfrecciare i cacciabombardieri F35 con enorme spreco di fondi pubblici ed un impatto acustico rilevante sulle persone e l’ambiente.

Oggi in Consiglio regionale abbiamo chiesto alla Giunta come intenda intervenire il Piemonte per tutelare la salute delle popolazioni interessate in relazione al programma ministeriale MILNOISE sulla rumorosità dei caccia monomotore. Si tratta di un progetto pluriennale per effettuare studi previsionali sull’impatto acustico. E’ stato infatti provato che gli F35 che sfrecciano sui cieli di Novara e del Piemonte producono in fase di decollo un rumore 2 volte superiore ad un F15 ed in fase di atterraggio quattro volte.

L’assessore all’ambiente Valmaggia, solo dopo la nostra richiesta in Consiglio regionale, ha preso l’impegno a chiedere conto degli studi effettuati dal Ministero della Difesa al Comitato paritetico regionale, organismo deputato ad occuparsi di questi temi, con particolare riferimento a quanto sta avvenendo a Cameri (NO).

Continueremo a sollecitare la Giunta regionale ed il Comitato paritetico affinché sia tutelata la popolazione interessata dall’inquinamento acustico prodotto dai velivoli militari ribadendo, come sempre, la nostra contrarietà allo spreco di fondi su questi progetti quando le priorità dei Piemontesi, come dimostrano le cronache di questi giorni, sono tutt’altre. Pensiamo, ad esempio, alla flotta nazionale di Canadair recentemente ridimensionata da 26 a 15 velivoli.

 

Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Condividi: