REGIONE consapevole del grave ritardo nell’applicazione della legge sulla manutenzione del territorio. Confidiamo che la discussione si riapra subito

Condividi:

L’assessore Balocco prende coscienza e si scusa per il grave ritardo nell’applicazione della legge 22 sulla manutenzione del territorio, un provvedimento di grande importanza il cui regolamento individua gli obiettivi da perseguire per la tutela del territorio dal dissesto idrogeologico, dell’ambiente agrario, del decoro paesaggistico e della pubblica incolumità.

Il tassello mancante è il regolamento previsto dall’articolo 3 della legge, non ancora ultimato dopo 9 mesi dalla scadenza prevista e che solamente oggi, a seguito dell’interrogazione che abbiamo portato in aula, è tornato a far parlare di sé. Anche capendo le difficoltà che gli uffici del Settore Opere Pubbliche della Regione hanno dovuto affrontare a seguito dell’evento alluvionale del 2016, pensiamo che i tempi siano maturi per giungere alla conclusione dell’iter.

Il Movimento 5 Stelle ha offerto il proprio contributo per lavorare sul testo in commissione partendo da quanto finora prodotto dagli uffici dell’assessorato, al fine di giungere ad un testo condiviso e di accelerare i tempi nell’applicazione della legge.

Confidiamo che l’assessore mantenga la parola data e auspichiamo che la discussione si riapra già nelle prossime sedute.

 

Paolo Mighetti, Consigliere regionale M5S Piemonte

Condividi: