#5giornia5stelle 145° puntata, 1 dicembre 2017

Condividi:

E’ inevitabilmente dedicata alla approvazione della legge di bilancio al Senato l’apertura di questa nuova edizione di 5giornia5stelle. Negli interventi di Andrea Cioffi, Gianluca Castaldi, Enrico Cappelletti, Gianni Girotto, Giovanni Endrizzi, Michela Montevecchi e Barbara Lezzi c’è molta delusione, molta rabbia nell’assistere ad uno sperpero di denaro pubblico per quella che più volte è stato definito un assalto alla diligenza a scopi elettoralistici.

Tra le varie norme approvate ce ne è una che sta particolarmente indigesta al Sindaco di Livorno Filippo Nogarin: quella sulla abolizione dell’IMU ai gassificatori. Oltre ad inguaiare le casse dei comuni la norma appare tanto più insensata dal momento che è stata bocciata una proposta del MoVimento che intendeva cancellare l’imu per le piccole e medie imprese.

Passiamo alla commissione d’inchiesta sulle banche. Ci aggiorna sullo stato dei lavori Carlo Sibilia che, reduce da una audizione che ha fatto luce sul pessimo lavoro di controllo svolto da Bankitalia e Consob in particolare su Banketruriaora, per il MoVimento 5 Stelle, dovrebbe porgere attenzione sul conflitto d’interessi in seno alla famiglia del sottosegretario Boschi.

Restiamo nelle stanze di Montecitorio per ascoltare Alessandro Di Battista ricordare le responsabilità di Laura Boldrini oltreché del Partito Democratico per la mancata cancellazione dei vitalizi e subito dopo Matteo Mantero dichiarare a nome del gruppo cinque stelle la disponibilità a votare la legge sul testamento biologico in 48 ore tra Camera e Senato.

C’è ancora spazio per tornare sul tema del glifosato ed ascoltare Eleonora Evi e Piernicola Pedicini protestare per la decisione dell’UE che proroga la possibilità di utilizzo per questo vecchio erbicida probabilmente cancerogeno per altri 5 anni.

Chiudiamo con una buona notizia. A Roma, l’assessore Linda Meleo ha presentato alla stampa i nuovi autobus che serviranno le zone della Capitale più bisognose ed annuncia il ricorso al concordato fiscale per AMA.

Anche per questa edizione è tutto, appuntamento come sempre a venerdì prossimo.
Buon fine settimana a tutti.

Condividi: