EMBRACO, LICENZIAMENTI, decisione grave della proprietà. Inaccettabile immobilismo di regione e governo

Condividi:

E’ gravissima la decisione della dirigenza Embraco di ricorrere al licenziamento collettivo dei lavoratori dello stabilimento di Riva presso Chieri (TO). Una scelta inaccettabile frutto anche dell’immobilismo di Regione e Governo incapaci di coinvolgere Whirlpool nelle trattative ma abili a raccontare, nel clima da campagna elettorale in cui ci troviamo, chissà quali traguardi raggiunti nell’occupazione. Nel frattempo 500 persone rischiano di restare senza lavoro da un giorno all’altro.

L’assessorato regionale al Lavoro ha pesanti responsabilità, solo pochi giorni fa l’assessore Pentenero sosteneva ci fosse tempo per risolvere positivamente la vicenda. Evidentemente non ce n’è più, occorre intervenire subito convocando i rappresentanti di Whirlpool.

Con la procedura avviata oggi emerge chiaramente come sia mancato totalmente da parte dell’azienda il rispetto nei confronti di queste 500 famiglie, un rispetto invocato invano anche dal Vescovo di Torino Nosiglia.

Esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie, con l’impegno di non consentire che si spengano i riflettori sul loro destino.

 

Francesca Frediani, Capogruppo regionale M5S Piemonte

 

da www.piemonte5stelle.it

Condividi: