Il valzer delle poltrone in salsa novarese.

Condividi:

Le elezioni politiche dello scorso 4 marzo produrranno molti avvicendamenti nelle istituzioni: nuovi eletti lasceranno il proprio posto nei consigli comunali e regionali per entrare in Parlamento, in poche parole il valzer delle poltrone tanto caro alla vecchia politica! Vogliamo innanzitutto prendere le distanze da questa consuetudine purtroppo lecita ma, a nostro parere immorale, che permette a chi riveste una carica elettiva di candidarsi per essere eletto altrove, lasciando a metà un incarico per intraprenderne un altro oppure (è il caso dei sindaci eletti in Parlamento) tenendo il piede in due scarpe!

Il Movimento 5 Stelle non permette che un eletto si possa candidare durante il proprio mandato: se sei un consigliere comunale, terminato il tuo mandato eventualmente ti candidi alla prima occasione, per un massimo di due mandati! È questione di correttezza nei confronti degli elettori, di rispetto e di coerenza. Invece questi politicanti attaccati alle poltrone e ai super stipendi non esitano a lasciare a metà un mandato per assicurarsi un posto sicuro e ben retribuito, dai comuni alle regioni, dalle regioni a Roma! Come si può lavorare proficuamente e nell’ interesse dei cittadini se ogni due o tre anni lasci una carica per passare ad un’altra? Come possiamo fidarci di un sindaco part time che farà il pendolare tra Roma e la propria città?

A Novara i posti vacanti non sono in Consiglio Comunale ma ai vertici di Assa Spa e Sun Spa: due società partecipate dal Comune; Marzio Liuni lascia la presidenza di Sun per la Camera e Giuseppe Policaro lascia la presidenza di Assa per entrare in Consiglio Regionale al posto di Diego Sozzani, eletto in Parlamento tra le fila di Forza Italia.

Speriamo che questa volta la scelta dei nuovi Presidenti delle nostre partecipate avvenga in modo davvero trasparente!

 

Gruppo Consiliare M5S Novara

Condividi: