#Senzasosta

Condividi:

Continua senza sosta (gratuita) la rivoluzione del traffico a Novara. Dopo i sensi unici del Baluardo ora c’è un nuovo provvedimento, sostanzialmente innovativo e lungimirante: dove prima parcheggiavi gratuitamente, adesso dovrai pagare. L’idea avveniristica nasce da un accordo tra Esselunga e Comune di Novara e riguarda gli stalli del supermercato di Corso Vercelli. Tutto ha origine dal fatto che un nuovo daspo ha colpito i tifosi biancoazzurri, abituati troppo bene a parcheggiare a meno di un chilometro dallo stadio e, per di più, senza versare l’obolo! Ora, se non fai la spesa (hai tempo 90 minuti cronometrati, oliare bene le ruote del carrello, mi raccomando), dovrai pagare il parcheggio: 2 euro all’ora per la prima ora, 3 euro all’ora per le ore successive.

Prezzi da Largo Cairoli. E non solo per quelle venti giornate all’anno dove viene utilizzato l’impianto sportivo. Forever. Ai poveri supporter, sparuti e rassegnati, che si recano allo stadio, non resterà altro che soffrire, oltre che per questa stagione sportiva deludente, anche per trovare un posto. L’importante però è la consapevolezza di fare parte di un grande progetto: non il ritorno in serie A, ma una nuova idea di mobilità, traffico sostenibile, parcheggi d’interscambio, navette per il centro, qualità dell’aria. E se non ci credi, taci. E paga.

 

Condividi: