NOVARA SUPERCONDOMINIO SAN ROCCO, LA GIUNTA NON DIFENDE TROPPO IL PRESIDENTE  ATC GENONI. SERVE UN COMMISSARIO

Condividi:

L’assessore Ferrari difende Genoni, presidente ATC Nord, ma non troppo. Oggi abbiamo portato in Consiglio regionale il caso della centrale termica del supercondominio “San Rocco” di Novara. Ennesima questione irrisolta dell’Agenzia per la casa del quadrante Nord. In ballo ci sono 202 mila euro di consumi arretrati rimpallati, da anni, tra i proprietari di casa ed i vertici dell’ATC.

Perché non si è ancora trovato un accordo? Cosa ha fatto fino ad ora il presidente Genoni per trovare una soluzione? A giudicare dai risultati si direbbe nulla, infatti non è stato nemmeno in grado di reperire un conto consuntivo dei consumi. Abbiamo così chiesto alla Giunta, come peraltro auspicato dagli stessi residenti, la nomina di un commissario per l’Agenzia nord.

L’assessore con delega alle politiche per la Casa Augusto Ferrari ha chiarito di non poter intervenire in quanto la nomina di un commissario “Su una questione di carattere civilistico e non amministrativo” non è prevista dalle norme. Una difesa nemmeno troppo convinta dell’operato del presidente Genoni, in particolare dopo l’affare delle caldaie delle case di Biella e Vercelli dove ha introdotto un contratto capestro che prevede una tariffa per il gas del 30% superiore ai valori di mercato. Insomma, è il caso di dirlo… Genoni #Staisereno.

 

Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Mario Iacopino, Capogruppo comunale Novara

Paola Vigotti, Consigliere comunale Novara

Condividi: