TEATRO COCCIA: LA MISURA È COLMA

Condividi:

Il Teatro Coccia è nel caos più totale.

Le modalità gestionali, attuali e passate, descritte dettagliatamente in commissione dalla Presidente del CDA Carmen Manfredda, unite alle notizie apprese dalla Stampa, non lasciano presagire nulla di buono. Sul Coccia, da quanto si evince dall’articolo, gravano ombre e sospetti molto pesanti che, se confermati, indicherebbero un utilizzo dei fondi della Fondazione a scopi privati.
Il M5S condivide in pieno ogni azione volta ad appurare e denunciare operazioni illecite o quantomeno poco chiare, lasciamo dunque che sia la Procura ad accertare eventuali reati.
In un momento in cui la Presidente Manfredda è accusata da più parti di eccesso di zelo, il M5S al contrario approva l’azione di una donna che non esita a chiedere che si faccia chiarezza sul modo di operare all’interno del Coccia.

Siamo convinti che lo Statuto della fondazione vada riformato nel più breve tempo possibile, al fine di ottenere una gestione più fluida, efficace, trasparente e partecipata e che porti velocemente alla nomina di un direttore abile e preparato.

Chiediamo di convocare le relative commissioni per rivedere le criticità dello Statuto in modo da portare nelle dovute sedi le nostre proposte.

Ricordiamo che è il Sindaco Canelli colui che detiene il potere di nominare 4/5 del CDA della Fondazione Teatro Coccia ed è quindi il momento che il Sindaco si prenda la responsabilità politica di ogni scelta, attuale e passata.

Non avalleremo certo una sua eventuale decisione di chiedere le dimissioni della Presidente, sia perché la stimiamo per i motivi illustrati prima, ma anche perché non siamo mai stati coinvolti nelle scelte fatte dal Sindaco, non vediamo dunque per quale motivo dovremmo condividere con lui la responsabilità di una scelta tanto delicata le cui conseguenze saranno esclusivamente a carico di Canelli.
Comunque è stato perso troppo tempo: questo disastroso stallo non è più tollerabile: il Teatro Coccia è una prestigiosa istituzione, patrimonio di tutti i cittadini Novaresi, che va tutelata cosi come i suoi dipendenti e gli addetti ai lavori.

 

Gruppo Consiliare M5S Novara

Condividi:

RIAPERTURA AL TRAFFICO BALUARDO QUINTINO SELLA

Condividi:

Il M5S è da sempre attento alla questione dell’inquinamento in città.

Preso atto della riapertura al traffico, dopo decenni, del Baluardo Quintino Sella compreso tra via Pier Lombardo e Largo Cavour abbiamo interrogato l’assessore competente sulle motivazioni di tale scelta e gli obiettivi prefissati.

La nostra preoccupazione riguarda in particolar modo il potenziale aumento del flusso del traffico in centro e al tempo stesso il conseguente peggioramento della qualità dell’aria che danneggerebbe ulteriormente le criticità ambientali che affliggono la nostra città.

Abbiamo inoltre richiesto chiarimenti su eventuali valutazioni riguardanti aspetti come l’incremento dell’inquinamento acustico, il degrado della pavimentazione stradale, il grado di soddisfazione di cittadini e commercianti, incidenti stradali ed effetto disincentivante dell’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi come bici e autobus.

In risposta alla nostra interrogazione l’assessore Moscatelli ci ha comunicato che la riapertura al traffico, in via sperimentale per 3 mesi, è stata decisa su richiesta dei cittadini residenti e per alleggerire la pressione del traffico nella zona e che al termine della sperimentazione saranno prese in considerazione le valutazioni da noi suggerite.

Rimaniamo comunque perplessi su questa decisione perché sicuramente non va nella direzione di disincentivare l’utilizzo delle autovetture private in favore dei mezzi sostenibili, inoltre pochi mesi fa sono state installate alcune telecamere per sorvegliare gli accessi al baluardo delle auto non autorizzate: sarebbe stato indice di buon senso rimandare l’installazione ad un secondo momento, valutate le azioni da intraprendere dopo la sperimentazione.

La nostra città ha un estremo bisogno di aggiornare il piano urbano del traffico che, integrato con un piano della mobilità sostenibile innovativo, persegua le strategie di mobilità raggiunte da molti altri capoluoghi italiani.

 

Gruppo Consiliare M5S Novara

Condividi: